I cani sono impulsivi? Ora c’è un test per scoprirlo

impulsività cani

Il Laoratorio di Etologia Canina, in collaborazione con il laboratorio DogUP dell’Università di Padova, ha sviluppato un interessantissimo test per valutare l’impulsività dei cani, tendenza che spesso ha un ruolo nei comportamenti problematici degli amici a 4 zampe.

La premessa è importante: nell’uomo, l’impulsività è stata indicata come un fattore di vulnerabilità per una serie di comportamenti disadattivi, tra cui abuso di sostanze, gioco d’azzardo o condizioni patologiche come deficit di attenzione e disturbi dell’iperattività. Ugualmente  si ritiene che l’alta impulsività nei cani sia correlata a diverse manifestazioni comportamentali disadattive o processi cognitivi. Ad esempio, l’impulsività può svolgere un ruolo nell’aggressività e, più in generale, nell’espressione di problemi comportamentali. Inoltre, alcune prove suggeriscono che l’impulsività è associata a minori capacità di risoluzione dei problemi.

Per valutare l’impulsività dei cani, occorre prima trovare un modo per identificarla e il nuovo studio ha fatto proprio uesto: ha elaborato un test per mettere alla prova i cani e valutare la loro preferenza per una ricompensa immediata minore anziché maggiore, ma più difficile da ottenere.

Ai cani è stato inizialmente insegnato che una ciotola presentata su un certo lato conteneva sempre una grande quantità di cibo, mentre quella presentata sul lato opposto (sebbene alla stessa distanza dal cane) contenesse meno cibo. Quindi, la ciotola con meno cibo è stata progressivamente posizionata più vicino al cane.

Come previsto, le scelte dei cani di nutrirsi dalla scodella con meno cibo sono aumentate man mano che la distanza di quest’ultima diminuiva. Le scelte non dipendono da fattori che potrebbero interferire, come il livello di motivazione dei cani per il cibo, l’esperienza di allenamento o le capacità di apprendimento. Ciò indica che è probabile che il test stia effettivamente valutando l’impulsività, non altri tratti.

Inoltre, le femmine hanno maggiori probabilità di fare scelte impulsive rispetto ai maschi, in conformità a quanto noto negli esseri umani e nei roditori, supportando la validità del test. Il test è stato completato in meno di 1 ora, rendendolo un’opzione valida per valutare l’impulsività nei cani in vari contesti.Le scelte impulsive riflettono la tendenza di un individuo a preferire una ricompensa immediata minore rispetto a una ritardata più ampia.

redazione@vanitypets.it