Attenzione alle spighe, tutte le insidie dei Forasacchi

forasacchi cane2

Sembrano innocue spighe, in realtà i Forsacchi rappresentano un grosso pericolo per i nostri amici a quattro zampe. Sono una vera e propria urgenza veterinaria, perché hanno la capacità di penetrare in tutte le parti del corpo di Fido: orecchie, naso, dita delle zampe, occhi, sotto la coda,  nella pelle.

Li avrete sicuramente già visti migliaia di volte. I Forasacchi sono le parti vegetali delle graminacee, le così dette “spighe”, che in primavera si trovano un po’ dappertutto: nei parchi, nei giardini e per la strada. Per la loro particolare conformazione, sono cioè rivestiti da piccoli dentelli retrovolti, sono in grado di insinuarsi nella cute, nel naso, nelle orecchie… di Fido e spinti dalle contrazioni muscolari possono scavare delle vere e proprie gallerie e provocare infezioni.

Quando un Forasacco entra nell’orecchio del cane, il suo primo istinto è quello di scuotere la testa per farlo uscire. In realtà così facendo la spiga avanza nel condotto uditivo, provocando otiti fino ad arrivare alla perforazione del timpano. Quando si insinua nel naso, il cane è preda di ripetuti starnuti e può accadere che la spiga cammina lungo il condotto nasale, venga deglutita arrivando nello stomaco senza causare problemi. In altri casi il Forasacco può rimanere nel naso causando gravi infezioni, oppure in casi rarissimi insinuarsi nell’albero respiratorio arrivando fino al polmone.

A volte i Forasacchi si infilano fra le dita, forano la pelle e scavano una galleria nella zampa. Il cane in questo caso Fido continuerà a leccarsi e potrebbe iniziare a zoppicare. Bisognerà quindi esplorare le cavità con una pinzetta per capire quale tragitto abbia fatto la spiga ed estrarla. Difficilmente possono impiantarsi negli occhi, ma se capita, vedrete il cane tenerli chiusi e nel giro di qualche giorno inizierà ad uscire del pus.

Il miglior modo per prevenire gli effetti collaterali da Forasacchi, è quello di evitare che il cane frequenti zone infestate da queste piante. Un altro accorgimento che si può adottare, è quello di spazzolare il cane al ritorno da una passeggiata nei prati. I Forsacchi possono anche rimanere impigliati nel manto del cane e con il tempo impiantarsi nella cute provocando lesioni che possono trasformarsi in ascessi.

redazione@vanitypets.it